Le dimensioni contano!

Con dimensioni ideali vogliamo definire quale sarà la migliore distribuzione dei vari elementi in rapporto allo spazio a disposizione e in rapporto alle nostre abitudini.

Non possiamo prescindere dallo spazio a nostra disposizione se non nel caso in cui abbiamo previsto di effettuare alcuni lavori di muratura in modo da poter ridistribuire lo spazio ed eventualmente anche impianto elettrico e idraulico.

Nel caso di un intervento di ristrutturazione è bene verificare in fase preventiva se lo spazio dedicato alla cucina è sufficiente ad accogliere tutti gli elementi necessari allo stoccaggio di provviste e utensili necessari al nostro utilizzo normale.

Se tale intervento viene progettato da una coppia appena formata sarebbe bene proiettarsi nel futuro quando la famiglia si allargherà e quindi prevedere dello spazio in più soprattutto per provviste, stoviglie e ammennicoli vari.

Al fine di valutare correttamente lo spazio dobbiamo rilevare esattamente la camera all’interno della quale verrà montata la cucina e a tale scopo abbiamo bisogno di alcuni strumenti quali:

• taccuino meglio se di carta millimetrata

• matita

• gomma

• righello

• metro a nastro da 5m o metro rigido da 2 metri ed eventualmente distanziometro laser.

Per chi no lo sapesse il distanziometro laser è uno strumento di forma rettangolare che emette un raggio laser che rimbalzando sulla parete ci restituisce la distanza tra il punto in cui è appoggiato il distanziometro e la parete verso la quale è puntato il raggio luminoso esattamente come si farebbe con un metro a nastro.

La precisione infine varia in base alla categoria di prodotto scelto ma tendenzialmente anche i prodotti più scadenti hanno una precisione di +- 2 mm il che non pone nessun problema al nostro scopo.